IL POTENTE ROMANZO DI LUCA FARINOTTI – Pietro Bonardi, per la Val Baganza

A MAIATICO L’IGNOTO “Stadio più bello del mondo”

Questo di Luca Farinotti, che ha messo in soffitta la evasioni poetiche* e si è abbandonato alla sequela della narrativa, è un libro che…bisogna leggerlo per rendersi conto di quello che effettivamente è. Perchè è un turbine di inventiva lessicale e di real-impossibili tipologie umane, di squarci di lirismo accorato e di realismo brutale, di deliziosa malizia e di volgare immediatezza. E’ un libro da amare ed odiare a seconda che lo si legga con riconoscente simpatia perchè fa di Maiatico l’ombelico del mondo in cui la sdrucita voluttà di dar calci al pallone eleva il campo sportivo parrocchiale a simbolo di una immane lotta per la propria affermazione, oppure con la sbigottita reazione di chi sente piovere addosso alla sorniona quiete rurale del paradiso maiaticese una ininterrotta gragnola di colpi mancini che ne sommuovono lo stagnante perbenismo. Comunque lo si prenda, il romanzo di Farinotti, squillante di fascino (magari protervo) anche nel titolo, Lo Stadio Più Bello Del Mondo, sarebbe un peccato culturale che riscuotesse (come ha già riscosso**) il plauso degli estranei, e passasse come voce nel deserto per le vie della sua terra.

Pietro Bonardi, docente di lettere e Direttore del centro Studi Per La Val Baganza. (recensione tratta dall’Annuario 2007)

* Mi sento (Book Service Marzabotto 1992), Elevazioni (Rebellato Editore 1995), Verso il silenzio (Castellaro 1997), Un Disegno a Katmandu – invito alla via creativa per la conoscenza (Om Shanti Book 1998)

** 10 febb. 2007 Gazzetta di Parma, 18 febb. 2007 Gazzetta di Parma, 11 mar. 2007 Gazzetta di Parma, 17 giugno 2007 Gazzetta di Parma, 14-15-16-17 maggio 2007 Il Centro, Il Messaggero, 2 giugno 2007 L’Unità, 15 luglio 2007 Il sole 24 ore

IL POTENTE ROMANZO DI LUCA FARINOTTI – Pietro Bonardi, per la Val Baganzaultima modifica: 2007-08-01T15:01:10+02:00da goblig
Reposta per primo quest’articolo